Convivenza. Dagli occhiali al caleidoscopio?

cropped-leselampe-weit.jpg(pubblicato su http://salto.bz/article/06012015/convivenza-dagli-occhiali-al-caleidoscopio-0 il 6 gennaio 2015)

Che sta succedendo alle relazioni tra i gruppi? Davvero stanno aumentando distanza e incomunicabilità? O cambiano (quanto e come?) i fattori esterni e interni di identità e identificazione? Pregi e difetti della convivenza 2.0: note a margine di un dibattito.

Avrei voluto scrivere un breve resoconto dell’anno appena trascorso, raccontando alcuni episodi della vita parlamentare di questa legislatura “zip” (la chiamo così perché succedono cose che in periodi normali richiederebbero il triplo del tempo). Oppure una lista di propositi per il 2015, che si annuncia ancora più “zippato” e veloce degli anni scorsi. Poi ho letto alcuni interessanti contributi su Salto, tra cui la provocazione di Manfred Schullian, per il quale l’Italia più che di riforme avrebbe bisogno di un altro popolo (http://www.salto.bz/article/29122014/brauchen-wir-ein-neues-volk), e la lettera aperta sulla convivenza di Maurizio Ferrandi a Florian Kronbichler (http://www.salto.bz/article/31122014/caro-florian-ti-scrivo), e ho cambiato (momentaneamente) idea.

Continue reading