Fiducia chi?

(pubblicato su http://www.salto.bz/article/17102014/fiducia-chi il 17 ottobre 2014)

I cittadini osservano con stupore il rito stanco di quegli omini inutili che in Parlamento passano sotto una cabina mobile coperta da drappi di velluto.

Mentre si chiudeva l’accordo finanziario tra le Province autonome e lo Stato, il Senato votava l’ennesima fiducia al Governo.
La venticinquesima in otto mesi. Il 77% delle leggi approvate sotto il governo Renzi passa con un voto di fiducia.
Il governo Monti, finora detentore del record, si è fermato al 45%, e prima non si superava il 15%.

Dopo avere stravolto la logica, lo spirito e finanche il testo della costituzione, l’uso della fiducia diventa una filosofia politica: le cose si fanno come atto di fiducia nel Governo e nel suo leader. Indipendentemente dal merito, su cui si può concordare o meno, ma il punto non è più questo. È il metodo.

Continue reading