La grande normalizzazione

scheda(pubblicato su http://www.salto.bz/article/31012015/la-grande-normalizzazione il 31 gennaio 2015)

Basta un confronto aneddotico e soggettivo tra le ultime elezioni presidenziali per notare che in due anni è cambiato tutto.

Era il 17 aprile del 2013. Il parlamento più rinnovato della storia della repubblica era insediato da un mese, ma era incapace di esprimere una maggioranza. Al governo c’era ancora Monti. Molti parlamentari erano ancora senza ufficio, e le commissioni non insediate. Si vagava nei corridoi cercando di lavorare dove capitava. Sembrava che si sarebbe tornati a votare a brevissimo. Ma si era nel semestre bianco, gli ultimi mesi del mandato del Presidente della Repubblica uscente, e il parlamento non poteva essere sciolto. Il nodo passava dunque dall’elezione del nuovo Presidente, il quale avrebbe avuto il compito di sciogliere la crisi politica o di sciogliere le camere.

Continue reading

via salto.bz: Francesco Palermo zum Rücktritt der PdL-Minister

Schermata 2013-09-30 alle 07.06.37

„Das eigentliche Problem in diesem Land ist, dass man nicht wirklich arbeiten und planen kann, die Regierungskrise die jetzt durch den Rücktritt der fünf PdL-Minister ausgelöst wurde, ist nur ein weiteres Symptom für die tiefe strukturelle Krise die in Italien herrscht“

–> Zum Beitrag auf salto.bz