Coalizioni e leggi elettorali

foto 2011(pubblicato sul quotidiano Alto Adige del 4 gennaio 2014 col titolo “Le coalizioni e le leggi elettorali”)

Due mesi e mezzo in Germania e in Austria, tre mesi in Finlandia, due mesi nei Paesi Bassi, un mese e mezzo in Norvegia, fino al record di un anno e mezzo in Belgio. È il tempo intercorso tra le ultime elezioni e la formazione del governo nei Paesi in cui vige un sistema elettorale proporzionale. Molti altri se ne potrebbero aggiungere. In Europa questi sono i tempi richiesti, con la sola eccezione della Spagna, dove un solo partito ha ottenuto la maggioranza assoluta e la formazione del governo è stata più rapida. E con l’opposta eccezione della Svizzera dove proporzionale non è solo il sistema elettorale ma anche il governo, cui partecipano quindi tutte le maggiori forze politiche e dove le elezioni servono solo a stabilire i rapporti di forza tra queste.

In questo quadro, pertanto, il fatto che dalle elezioni provinciali all’insediamento della nuova Giunta altoatesina saranno passati circa due mesi e mezzo non è affatto sconvolgente, ma è anzi in linea con quanto accade nelle democrazie proporzionali europee. La perdita della maggioranza assoluta da parte della SVP ha infatti portato anche l’Alto Adige nel novero di questi sistemi, visto che prima le trattative per la formazione della giunta erano poco più che formali.

Continue reading

I nodi del caso Berlusconi e il lavoro quotidiano in Parlamento

Il dibattito politico a Roma ruota intorno alla possibile decadenza di Silvio Berlusconi dalla carica di senatore. Francesco Palermo illustra brevemente, dal punto di vista giuridico, i nodi del caso Berlusconi. “Il problema non può essere posto in chiave di alternativa tra stabilità politica e stato di diritto, perché senza il secondo non esiste la prima.” Il lavoro di Francesco Palermo si concentra in questi giorni soprattutto sui temi all’ordine del giorno della Commissione affari costituzionali: “Mi occupo di beni culturali, della nuova fattispecie del reato di tortura nel codice penale e della legge elettorale. Bisogna continuare a lavorare e non farsi influenzare dalla quotidianità del dibattito politico e giornalistico.”

Legge elettorale e riforme istituzionali / Wahlgesetz und Reformen

legge-elettorale_620x410Un commento molto interessante e finalmente non banale su legge elettorale e percorso di riforma: Carlo Fusaro, La riforma della legge elettorale: Vademecum in pillole per un amico Ministro

Ein sehr interessanter Kommentar, und endlich ein nicht banaler, zum Wahlgesetz und den Reformweg: Carlo Fusaro, La riforma della legge elettorale: Vademecum in pillole per un amico Ministro