Riforme: questioni di merito

foto 2011(pubblicato sul quotidiano Alto Adige del 19 maggio 2014)

Detto in un precedente articolo del metodo delle riforme costituzionali (Alto Adige del 16 maggio), restano da svolgere, per sintetici punti, alcune considerazioni nel merito.

Il testo base, quello su cui si presenteranno gli emendamenti, è quello proposto dal governo. Ed è una novità assoluta e preoccupante, indicativa dell’involuzione del ruolo del Parlamento nell’attuale forma di governo italiana. Tuttavia, pare evidente che il testo del governo sarà ampiamente modificato in sede di esame parlamentare. La partita politica si gioca sulla quantità e profondità delle modifiche che saranno apportate e sulle relative conseguenze sui rapporti tra forze politiche. Ciò premesso, cosa emerge dal testo governativo?

Continue reading

Cosa insegnano le Province

foto 2011(pubblicato sul quotidiano Alto Adige del 29 marzo 2014)

E’ stato necessario arrivare al voto di fiducia in Senato per approvare il provvedimento di riforma delle Province, erroneamente definito come “abolizione” delle stesse. Questo per superare le migliaia di emendamenti che avrebbero affossato il testo. Perché tutte queste resistenze se c’è un generale consenso sulla necessità di ridisegnare l’ente intermedio tra comuni e regioni?

Due sono i principali problemi di questa legge, che ormai è destinata all’approvazione definitiva anche alla Camera.

Continue reading

via unacitta.it: Intervista a Marco Cammelli sulla pubblica amministrazione

Una pubblica amministrazione a rischio di collasso che esige interventi non ordinari e un progetto di riforma di lungo periodo; le due occasioni perse, il varo delle regioni degli anni 70 e le riforme, poi cadute, dei 90; l’introduzione improvvisa dell’obbligo alla competizione e del diritto alla trasparenza in un corpo vecchio e del tutto impreparato. Che fare? Intervista a Marco Cammelli.

Schermata 2014-03-24 alle 18.28.03